Friarielli napoletani, la ricetta originale della Cucina della Felicità

641
ricetta dei friarielli napoletani la cucina della felicita

I friarielli sono un contorno tipicamente napoletano. I napoletani hanno un vero e proprio culto per i friarielli che per eccellenza nella cucina partenopea, accompagnano la salsiccia di maiale questo piatto nel dialetto napoletano è definito “Sasicc e friariell”. Nella cucina napoletana i friarielli sono utilizzati molto anche per la preparazione di pizze e rustici vari. Ma i friarielli napoletani cosa sono e come si cucinano? Molti sono confusi a riguardo. Innanzitutto bisogna dire che i friarielli sono una verdura dal sapore amarognolo appartenenti alle crucifere. Nella credenza di molti si ritengono i friarielli e le cime di rape due verdure differenti invece non è così.

Tra i friarielli e le cime di rapa la differenza è praticamente nessuna. I friarielli sono le infiorescenze appena sviluppate delle cime di rapa, che a seconda delle regioni in cui sono consumate prendono nomi diversi. In Campania per l’appunto sono chiamati friarielli, in Puglia cime di rapa e in Toscana rapini. Molti altri ancora per assonanza col nome confondono i friarielli con i friggitelli, niente di più sbagliato perché i friggitelli non sono il termine italianizzato dei friarielli, bensì sono i peperoncini verdi sempre di origine campana che vengono fritti e ripassati in padella con i pomodorini.

I friarielli possono essere usati come contorno ma anche come ripieno in rustici, pizze e anche consumati in un primo piatto.

C’è chi preferisce comunque sbollentarli prima di saltarli in padella mentre la ricetta classica napoletana vede i friarielli buttati direttamente in olio dopo averli lavati per bene.

Andiamo a vedere insieme come preparare i friarielli napoletani in modo classico.

INGREDIENTI per 4 persone

  • 800 gr di friarielli
  • Olio extravergine d’oliva
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 peperoncini interi freschi
  • Sale

Pulite i friarielli accuratamente eliminando le foglie gialle e quelle dure. Lavatale almeno 3 volte sotto acqua corrente in modo da eliminare possibili residui terrosi. Scolateli e lasciateli sgocciolare in una scolapasta.

Nel frattempo in una padella coi bordi alti mettete l’olio extravergine d’oliva (deve coprire tutto il fondo della padella dal momento che i friarielli sono crudi e devono cuocere direttamente in olio) i due spicchi d’aglio e i peperoncini spezzettati. Lasciate rosolare per qualche minuto, quindi aggiungete i friarielli precedentemente lavati e coprite con un coperchio.

Appena i friarielli si saranno appiattiti girateli e aggiungete il sale. Ricoprite col coperchio e lasciate cuocere per 15 minuti circa facendo attenzione a girarli di tanto in tanto in modo da ottenere uniformità di cottura.

Servite in un piatto da portata e se vi piace particolarmente il piccante aggiungete un’ultima spolverizzata di peperoncino.