Ricetta dei cavatelli fatti in casa

0
183
come preparare i cavatelli fatti in casa

I cavatelli sono un formato di pasta fresca che trova largo consumo nell’ Italia meridionale anche se in realtà le sue origini risalgono principalmente alla Puglia e Molise. Sono realizzate lavorando la farina di semola di grano duro, acqua ed olio extravergine d’oliva. Il loro nome deriva dalla tipica forma che hanno, infatti sono caratteristicamente incavati internamente.

come fare i cavatelli

L’incavo viene ottenuto utilizzando due o tre dita con cui si esercita una pressione su un cilindretto di pasta, questo movimento tende a schiacciare il pezzettino di pasta e ad arrotondarlo. Così come ogni tipo di pasta fresca sono ottimi con ogni tipo di condimento e sugo.

INGREDIENTI PER 6-8 PERSONE

  • 500 GR DI FARINA DI SEMOLA DI GRANO DURO
  • 300 ML DI ACQUA CALDA
  • 15 GR DI OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA

Per realizzare i cavatelli più facilmente versate in una ciotola capiente la farina. Formate un foro al centro della farina in cui verserete l’acqua calda e l’olio. Iniziate a lavorare con una forchetta il centro della farina in modo da farla assorbire all’acqua.

Quando i liquidi saranno stati assorbiti e l’impasto avrà assunto una consistenza appiccicosa, trasferite l’impasto sul piano da lavoro, su cui avrete precedentemente spolverizzato della farina e lavorate l’impasto fino ad ottenere una palla liscia, omogenea ma elastica.

Coprite la palla con pellicola trasparente per evitare che si secchi in superficie e lasciate riposare 30-40 minuti almeno.

Trascorso il tempo richiesto per il riposo riprendete l’impasto ricavandone dei cordoncini dello spessore di 7 mm. Da questi cordoncini ricavate dei cilindretti lunghi 2 cm. Con due o tre dita a seconda della lunghezza del cilindro fate una pressione al centro di ciascun cilindretto in modo da far assumere loro la tipica forma dei cavatelli. Eseguite questo procedimento con tutto l’impasto ottenuto.

Man a mano che realizzate i cavatelli disponeteli su vassoi spolverizzati con farina in modo che non si appiccicano sul vassoio. Lasciate che si asciughino almeno per 2 ore e successivamente portateli in cottura secondo le modalità classiche di cottura.

Volendo potete congelare i cavatelli per poi utilizzarli successivamente.

In tal caso dopo aver disposto i cavatelli nel vassoi, riponete quest’ultimi nel freezer per almeno un paio d’ore in modo che si induriscano. Solo a questo punto potete trasferire i cavatelli in bustine per alimenti e riporli nuovamente nel congelatore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci un commento
Please enter your name here